Ganga Sagar

Un universo umano conta solo visto dal suo interno (Federico Rampini).

Media: Photo-Essay.
Concept: Gangasagar, situata sul delta dove il fiume sacro Gange (Ganga) confluisce nell’oceano (dal Bengali sagar) per lavare tutti i peccati umani. I pellegrini giungono da ogni parte dell’India fino a questo pacifico litorale per celebrare il rito del bagno purificatore e per offrire acqua alla divinità al sorgere ed al calare del sole. L’abluzione, accompagnata dalla recitazione dei mantra, serve a purificare l’anima.

Ganga Sagar-1

Ganga Sagar-2

Ganga Sagar-3

Gangasagar fa parte delle isole del Sundarban (tradotto dal bengali magnifica giungla) situate nel golfo del Bengala, nello stato indiano del Bengala Occidentale. Lo stato rappresenta la roccaforte del comunismo indiano di stampo marxista e maoiosta. I naxaliti ne sono gli esponenti piu irriducibili e rivoluzionari, fortemente osteggiati dal governo ccntrale. Di questa lotta per il controllo politico locale, la gente di Gangasagar percepisce solo la distanza del governo di Delhi dalle loro esigenze. L’amministrazione comunista insediatasi a Calcutta sin dagli anni ‘70 ha sino ad ora assicurato un sistema di controllo sui prezzi dei beni di prima necessità che ha favorito la popolazione. Tuttavia l’emergente capitalismo globalizzato sta minando la tenuta del sistema. Un contadino mi spiega che le fattorie di Gangasagar sono riuscite a sopravvivere grazie ai sussidi del governo ed al blocco dei costi dei fertilizzanti (venduti nel Bengala Occidentale a 9 Rupie al sacco contro il normale valore di mercato di 30 Rupie). Il governo negli ultimi anni si sta dirigendo verso un sistema meno assistenzialista e diminuisce progressivamente i sussidi diversi beni. Qualora tale provvedimento toccasse l’agricoltura, il problema coinvolgerebbe tutte le famiglie di Gangasagar.

Ganga Sagar-14

Ganga Sagar-15

Ganga Sagar-17

Ganga Sagar-16

Soma vorrebbe continuare gli studi e dedicarsi a materie relative all’informatica ma i genitori sono restii all’idea che lei lasci l’isola. Però non ostacolano i suoi progetti. I genitori vorrebbero iniziasse una carriera come insegnante. Per permetterglielo, hanno deciso di non organizzarle un matrimonio prima dei suoi 22 anni. I matrimoni combinati di ragazze adolescenti sono molto diffusi ed a 22 anni molte giovani donne si trovano a dover badare già a due figli. La forte pressione sociale, soprattutto nei riguardi delle giovani donne, è uno degli aspetti più controversi del sistema rurale e tribale dell’India. Sin dalla tenera età le ragazze hanno una serie di lavori domestici da assolvere. Dopo i lavori di casa, le ragazze devono ritagliarsi il tempo per studiare prima di che cali la sera e scenda il buoi. Le case sono prive di elettricità da rete elettrica.

Sunderbans, India, 2009

Ganga Sagar-23

Ganga Sagar-12

Ganga Sagar-25

Ganga Sagar-26

Una caratteristica del sistema economico agricolo indiano è il sostegno ai piccoli produttori. La ditta Madre Dairy, una delle principali aziende specializzate nella produzione dei latticini, utilizza un ramificato sistema che raccoglie i pochi litri di latte prodotti dalle mucche di ogni singola famiglia. Un incaricato ogni mattina si reca presso un centro, dove i piccoli allevatori portano le due o tre bottiglie di latte munto dalle proprie vacche. Il latte viene poi pastorizzato e immesso nel mercato. Il quantitativo di latte versato da ogni famiglia viene registrato quotidianamente e pagato alla fine del mese. Questo sistema, riscontrabile anche nell’agricoltura, tende a evitare il latifondismo ed assicura una piccolo guadagno al maggior numero di famiglie.

Ganga Sagar-5

Ganga Sagar-9

Ganga Sagar-10

Ganga Sagar-18

Ganga Sagar-27

Ganga Sagar-28

La vita sull’isola di Gangasagar è priva di comodità ma dignitosa. Le case sono costruite secondo un approccio centrato sulla auto-sostenibilità. Quasi tutte le famiglie hanno costruito due stagni nel retro della casa. Uno viene utlizzato per la pulizia del corpo, dei panni e delle stoviglie. Il secondo invece funge da riserva di pesce. La maggior parte delle famiglie possiede un piccolo apezzamento di terreno coltivabile, animali da fattoria che producono latte, uova e sterco, utilizzato sia per concimare che per scaldare casa e vivande. Molti degli agricoltori si sono specializzati nella coltivazione delle foglie di Betel, una particolare specie di vite con una buona valutazione sul mercato. Il betel serve a preparare il paan, un digestivo da masticare composto dalla foglia arroltolata assieme a scaglie di noce di palma e aroma al lime. Se da un lato la coltivazione delle foglie di Betel ha portato un certo benessere, grazie al loro alto rendimento sul mercato cittadino, dall’altro l’essersi focalizzati nella produzione un unico prodotto mina la capacità di sussistenza, rendendo interi nuclei familiari succubi delle oscillazioni della domanda da parte delle città.

Ganga Sagar-4

Ganga Sagar-13

Ganga Sagar-7

Ganga Sagar-24

Ganga Sagar-20

Ganga Sagar-21

Ganga Sagar-29

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...